Nome Scientifico: Pseudomugil connieae

Famiglia: Pseudomugilidae

Luogo di Provenienza: Papua Nuova Guinea

Ph: 7.6 - 8.2

Gh: 5 - 12

Temperatura: 24 - 27

Dimensioni: Circa 5 cm

 

 

Caratteristiche: È molto importante apportare regolari o parziali cambi d'acqua, poiché questa specie non ama l'acqua vecchia o inferiore a 7.

Questo pesce in cattività si trova in acque eccellenti, di conseguenza dobbiamo fornire un'acqua molto pulita e alcalina.

Questo può essere facilmente fornito con regolari cambi d'acqua parziali.

La colorazione migliore la possiamo osservare in un acquario densamente piantumato e con illuminazione filtrata da piante galleggianti.

I maschi si distinguono facilmente dalle femmine per i loro colori più brillanti e per la pinna dorsale più allungata.

Il colore del corpo è giallo-verde sia nei maschi che nelle femmine, le pinne dorsali e anali dei maschi hanno un ampio margine esterno bianco o giallo con una fascia nera al centro, la porzione esterna della prima pinna dorsale è gialla, le femmine sono colorate in modo simile ma non così intense e risultano con pinne molto più piccole.

Riproduzione: In natura mostra un ciclo riproduttivo stagionale che coincide con l'inizio della stagione delle piogge, verso ottobre-dicembre, quando il cibo e la vegetazione acquatica sono più abbondanti.
La deposizione delle uova si verifica durante le ore diurne con un picco di attività nella tarda mattinata / primo pomeriggio quando la temperatura dell'acqua è di 24-28 ° C, e nell'acquario l'allevamento può avvenire durante tutto l'anno se la temperatura aumenta a questi valori.

Un singolo maschio può anche accoppiarsi con più femmine durante un solo giorno e la deposizione delle uova di solito continua durante le ore diurne durante i periodi più caldi.

E', infatti, una specie ovipara, in cui le uova, una volta espulse dalla femmina, vengono fecondate dal maschio. Questi pesci non praticano cure parentali e sono in grado di mangiarsi anche le loro uova, quindi, per aumentare la percentuale di nascite, si consiglia spostare i genitori.

Esistono due metodi di base per l'allevamento dell'acquario.

Il primo riguarda l'isolamento di un piccolo gruppo comprendente un maschio singolo e due o tre femmine in un contenitore con un filtro a spugna ad aria compressa e un mezzo di deposizione delle uova sotto forma di mop di nylon o muschio acquatico.

Il terreno viene controllato più volte al giorno e le uova vengono rimosse in un contenitore separato per l'incubazione e la schiusa.

L'alternativa è di mantenere una colonia di adulti in un ambiente più ampio e completamente decorato che, se ben piantumato, dovrebbe permettere a alcuni avannotti di sopravvivere.

 Poiché trascorrono la prima parte della vita vicino alla superficie dell'acqua, i muschi acquatici del genere Taxiphylum attaccati all'arredamento alto nella colonna d'acqua producono apparentemente i risultati più favorevoli, ma si raccomandano anche piante galleggianti con radici discendenti.

Quest'ultimo approccio è normalmente meno produttivo ma più semplice e affidabile in quanto gli acquari con piante mature facilitano condizioni idriche relativamente stabili e la microfauna residente può costituire una preziosa fonte di cibo precoce per gli avannotti di pesce.

Il periodo di incubazione è di circa 10 giorni a seconda della temperatura e gli avannotti richiedono cibo microscopico come Paramecium per un massimo di 5 giorni prima di poter accettare immediatamente naupli di Artemia, micro vermi e cibi di dimensioni simili.

Alimentazione: In natura si nutre principalmente di zooplancton, fitoplancton, galleggiante e in sospensione, alghe e piccoli invertebrati, con i principali costituenti della dieta che cambiano con il periodo dell'anno.

Nell'acquario devono essere alimentati con cibi di dimensioni e qualità adeguate per la loro bocca, in particolare vivono Daphnia, Moina, naupli di Artemia, micro vermi, ecc.

Accetta anche alimenti essiccati, sempre frantumati e dovrebbero idealmente essere costituiti di materiale vegetale o algale.

 

 

di Michele Nardinocchi

 

 

P.S.  E' vietato copiare anche parzialmente questo articolo e relative immagini senza l'autorizzazione del proprietario

 

 

© 2017 - 2018 - 2019 AcquarioExpert.com

 

Autore
Michele Nardinocchi: La passione per l'acquariofilia mi è nata nel lontano 1982 in 36 anni ho sperimentato di tutto e ho unito un'altra mia passione, quella del riciclo e fai da te all'acquario.....il risultato? un acquario totalmente hi tech, nel corso degli anni ho scoperto la passione per le piante acquatiche e questo mi ha portato a documentarmi e a spingere la vasca oltre i limiti, i successi e gli insuccessi si sono inesorabilmente presentati, ma sono riuscito a coltivare diverse piante, tra cui anche piante molto esigenti con ottimi risultati. Fondatore di AcquarioExpert.com ci siamo ritrovati qui, insieme ad altri amici per condividere tutto il nostro bagaglio di esperienza vissuta e dare suggerimenti a chiunque voglia avvicinare a questo affascinante hobby, l'intento è far riuscire a gestire un acquario con piante e pesci armoniosamente trovando il giusto equilibrio o di realizzare un layout a tema o un biotopo specifico, spero di essere d'aiuto a superare i piccoli ostacoli a chi si avvicina per la prima volta a questo magnifico hobby.